Silvia Alonso

Silvia Alonso

Silvia Alonso

Avvocato milanese da sempre appassionata di letteratura e di gialli e thriller. Dopo il primo romanzo, un chicklit, “I Love Mammy in Montecarlo – come sopravvivere a una vita glitter” (Genesis Publishing, dicembre 2019), segue la raccolta di racconti thriller, vincitori di diversi contest, “Delirio, brividi al nero di luna” (Brè Edizioni 2021), tra cui il racconto “La trappola della perla nera” vincitore del Premio Giuria al Terni Narni Horror Fest 2021.

Successivamente, pubblica il noir “L’ultima alchimia”, revisione del precedente romanzo “L’angelo veste Sado” finalista al Premio Nabokov 2020 (Bre’ Edizioni, 2021).

Il romanzo inedito “L’avvocato in guêpiére” (in pubblicazione con Rossini Editore) si aggiudica il Secondo Posto al Premio Letterario Città di Cattolica nell’aprile 2023, miglior romanzo inedito.

Tra il 2020 e il 2023, ha ottenuto molti riconoscimenti in concorsi letterari nazionali e internazionali per diversi generi, tra cui la finale al Premio Garfagnana in Giallo, col suo racconto thriller (2021), e il primo premio al GialloFest 2022 per il thriller storico « Il segreto di Senenmut», premiato al Salone del Libro di Torino, Damster Edizioni. Cura il proprio canale Youtube (Silvia Alonso Writer) dove ha creato la rubrica per gli autori emergenti “Il Cannocchiale Letterario”, e su WEllTv Channel diverse rubriche tra cui “Un Giallo per amico”. Collabora altresì per il giornale web MilanoNera dove si occupa di recensioni e interviste degli autori più importanti del momento (thriller, gialli e noir).


SILVIA ALONSO (i libri)

L’avvocato in guêpiére

Maria Antonietta De Angelis (per gli amici Mary) è una giovane avvocatessa milanese in carriera dal carattere brillante e istrionico. Lavora da qualche mese nell’importante studio legale Spelberg & Toffoli, per cui cerca di dissimulare il proprio temperamento vivace e creativo sotto un aspetto irreprensibile. L’anno precedente era stata proprio la sua nascosta passione per la danza a tradirla, durante il primo importante colloquio di lavoro sostenuto di fronte all’austero e affascinante collega Francesco Maria Mancini. Il colloquio si era concluso con un flop e con un’unica certezza: tra i due, come era nato un attrito immediato, così correva un’attrazione fatale.

Un giorno, la routine lavorativa della protagonista viene sconvolta da un incontro inaspettato: Jane Malcov, in arte Lady Butterfly, seducente ballerina di burlesque, si rivolge allo studio Spelberg & Toffoli per la registrazione di un marchio inerente una nuova linea di prodotti per la danza. Della pratica s’incaricherà proprio la De Angelis, e così tra le due nascerà una particolare complicità che finirà per incastrare Mary in una doppia vita: di giorno, austero avvocato tra i banchi del Tribunale, di sera, assistente di scena per gli spettacoli di Lady Butterfly.

C’è tuttavia il rischio che qualcuno la possa riconoscere, come infatti avviene durante il suo debutto sul palcoscenico, quando è proprio l’avvocato Mancini a coglierla in flagrante nelle sue nuove vesti; d’altra parte la precaria relazione con Gianmarco, suo collega di studio con cui da poco intercorre un flirt, precipita del tutto. Durante una serata di Drag Queen e burlesque, Mary infatti sorprende quest’ultimo tra il pubblico in atteggiamenti inequivocabilmente affettuosi col suo miglior amico, rimanendone sconvolta.

Nel frattempo, gli incontri col bel Mancini si fanno sempre più frequenti in tribunale. Mary sospetta che il collega, avendola riconosciuta sul palcoscenico nella serata di burlesque, sia rimasto colpito da lei, ma teme altresì che la sua corte, ormai palese, possa essere un inganno per farla cedere in un’udienza dove i due si ritrovano a fronteggiarsi come avversari.

A causa del subbuglio sentimentale e per il ritmo frenetico della sua doppia vita, Mary non si accorge del sotterfugio di una collega più giovane, Giorgia, che ne causa il licenziamento. Ritrovatasi improvvisamente senza lavoro, la protagonista decide di partecipare a una misteriosa festa in maschera come parte dello staff di Jane. Il destino vuole che proprio lì incontri e riconosca il collega Mancini, lasciando finalmente accendere la scintilla di una passione che condurrà all’amore.

Grazie infine ai suggerimenti di Jane e all’aiuto di Gianmarco, che si pente per averle nascosto la verità sul suo conto, la protagonista riuscirà a riottenere la riabilitazione in studio riguadagnandosi la stima della sua impossibile boss, che le varrà una meritata promozione. Finalmente il sogno di Mary di conciliare lavoro e cuore riuscirà a realizzarsi, e le sarà persino possibile inserire un pizzico di trasgressione nell’ordinaria quotidianità lavorativa.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.